Home » Blog » Blog » 5 ATTIVITA’ DI STIMOLAZIONE COGNITIVA TRA NONNI E NIPOTI

5 ATTIVITA’ DI STIMOLAZIONE COGNITIVA TRA NONNI E NIPOTI

5 attività di stimolazione cognitiva tra nonni e nipoti

5 Attività di stimolazione cognitiva tra nonni e nipoti per rallentare il decadimento cognitivo e favorire l’intergenerazionalità.

Ecco gli esercizi e i giochi cognitivi che riabilitano memoria, attenzione e linguaggio mentre si trascorre del tempo piacevole con i più piccoli

Quando bambini e anziani interagiscono insieme si parla anche di intergenerazionalità, ovvero la condivisione di momenti ludici, ricreativi, formativi e didattici fra due generazioni: la prima, quella dell’infanzia e l’ultima, quella della terza/quarta età.

Diversi sono, di fatti, i benefici che possono derivare dai contatti e dai rapporti intergenerazionali, anche al di fuori del contesto familiare:
 l’opportunità di apprendimento intergenerazionale: apprendere gli uni degli altri, gli uni dagli altri e gli uni con gli altri;
 la trasmissione del patrimonio storico e culturale, tradizionalmente attribuita alla figura del nonno;
 la costruzione di solidarietà tra le generazioni e maggiore coesione sociale.

Ogni parte del nostro corpo viene coinvolta anche nell’invecchiamento, così anche la mente. Ma allo stesso modo, è corretto prendersi cura non solo del corpo, della tonicità, delle rughe o degli acciacchi, ma anche del nostro cervello. Mantenere attive e vitali le funzioni cognitive ci mantiene in stato di benessere mentale e aiuta a restare attenti ed autonomi.
Quando si è in presenza di decadimento cognitivo si presentano difficoltà di memoria oppure di altre funzioni che nella vita di tutti i giorni diamo per scontato.
La stimolazione cognitiva o Terapie occupazionali ci permette di mantenere attive queste capacità (linguaggio, percezione, ragionamento logico, memoria a breve e lungo termine..) e di rallentare l’invecchiamento in senso patologico. In altre parole, mantenere attive queste abilità cognitive ci permette di “tirare il freno a mano” e di aiutare la ripresa di queste capacità.
La stimolazione cognitiva è un’attività intensa e specializzata condotta da professionisti insieme all’anziano: esistono però anche attività che possono essere svolte a casa e in compagnia e che aiutano e amplificano i benefici dei nostri sforzi al fine di mantenere attiva la mente, quelle attività che noi svolgiamo tutti i giorni.
Ci sono infatti attività in cui siamo passivi e spettatori (come quando guardiamo la tv) oppure attività in cui ci impegniamo, ragioniamo, siamo parte attiva e che quindi promuovono l’invecchiamento attivo: tra queste sicuramente i piacevoli giochi cognitivi e manuali con i più piccoli.

Ringraziamo l’associazione di promozione Sociale GIOVANI DEL TEMPO che ci fornisce le… “scatole di allegria e affetto” giochi da tavolo per le case di tutti dai 120 anni in giù, parte del ricavato è devoluto al dipartimento di psicologia università di Bologna per la ricerca sull’invecchiamento

Vediamo insieme quali giochi utilizziamo durante le nostre attività intergenerazionali presso le Residenze e punti di aggregazione sociale gestiti dalla Cooperativa Sociale SCAI.

 

Mentabile

è il gioco di carte divertente che stimola sia la categorizzazione degli oggetti della casa sia l’associazione di questi agli ambienti più comuni: la sala da pranzo, la cucina, la camera da letto ed il bagno.

 

 

 

Memoflash


Sviluppa e mantiene la memoria grazie all’utilizzo di tessere a doppia faccia (ovvero, con una seconda faccia al posto del dorso). In particolare, ogni faccia mostra uno dei seguenti sei colori: rosso (R) – giallo (G) – verde (V) – azzurro (A) – bianco (B) – nero (N).
• Disponendo queste tessere sul tavolo e ribaltandole in continuazione, si viene a creare una situazione di gioco alquanto confusa, ma anche piuttosto stimolante
• Ne scaturisce un coinvolgente gioco di memoria e di strategia (ma anche un po’, di fortuna…).

 

 

 

 

NON C’È 2…SENZA 3!


Grazie a Non c’è 2… senza 3! passerai momenti di svago e divertimento assieme ai tuoi amici e parenti cercando di ottenere quante più carte uguali possibile.
Come si gioca? Innanzitutto si sparpagliano le tessere coperte sul tavolo. Il giocatore di turno ne scopre una e poi può scegliere se girare una seconda tessera o dichiarare che c’è una tessera uguale nel bottino di un giocatore; se indovina, entrambe diventano sue.
Cosa distingue Non c’è 2… senza 3! dai normali giochi di memoria? Il titolo ci aiuta: ogni tessera è ripetuta tre volte e quella cercata non è necessariamente sul tavolo: potrebbe essere in mano ad un avversario o anche nel proprio bottino; bisogna ricordarselo per… rubarla!
Infatti vince il giocatore che a fine partita possiede più tessere.

VERBAVOLANT

 

Con Verba Volant mantieni attiva la tua mente con un gioco di parole semplice, divertente e stimolante.
Si inizia disponendo sul tavolo 36 tessere coperte. Ogni giocatore ne gira, a turno, almeno quattro, e cerca di formare una parola con tutte le lettere scoperte. Se ci riesce, si appropria delle lettere e ricomincia daccapo. Altrimenti rigira le tessere e passa la mano. Abilità, fortuna, memoria: in Verba Volant tutto conta!

 

 

 

Rosmarina è l’agenda del cuore per la mente

 

Agenda utilizzabile per 365 giorni (indipendentemente dall’anno solare!), semplice e divertente da compilare è stata realizzata per aiutare a prenderti cura della tua memoria e di quella dei tuoi cari, uno strumento utile per chi ha problemi di memoria, tra i quali l’alzheimer.
L’agenda, con copertina rigida, ti aiuta a prendere nota di tanti aspetti della tua routine quotidiana, così da stimolare e mantenere attiva la tua mente. Utilizzare La Rosmarina è intuitivo e divertente: basta rispondere a semplici domande abbinate a chiare illustrazioni.
Si comincia con una parte ispirata alla R.O.T. tradizionale (Terapia di orientamento alla realtà), ed è quindi composta da campi in cui indicare il giorno, la settimana, il mese, l’anno, la stagione e il clima riferiti al momento in cui si sta scrivendo. La pagina è poi completata da campi in cui appuntare tanti altri elementi tipici della propria routine quotidiana: cosa si è mangiato, se si sono assunte le medicine, se si è fatta ginnastica, come si è dormito e molto altro.
e si prosegue registrando tanti altri elementi della propria giornata. Per esempio cosa si è mangiato, come si è dormito o se si sono prese le medicine.
Oltre alle pagine giornaliere ne troverai alcune dedicate alle incombenze settimanali, come visite mediche e pagamenti, e altre ai farmaci assunti.

La Rosmarina è anche con consigli utili per mantenerti in forma, enigmi laterali per stimolare la mente, nonché suggerimenti per evitare le truffe agli anziani.Puoi utilizzare l’agenda per prenderti cura della tua mente, ma anche per annotare e valutare le attività dei tuoi cari o assistiti, e puoi cominciarla quando vuoi, perché non è legata a uno specifico anno solare.

 

INVECCHIARE E’ INEVITABILE, 

INVECCHIARE BENE E’ POSSIBILE CON SCAI